♥ Viaggiano pensieri , come liberi gabbiani ,trasvolano oltre il circolo dell ' orizzonte .♥

martedì 5 giugno 2012


♥  ATTIMI  ♥

Dorme la  notte
su  immacolate  lenzuola
sogni  di  bimbi
attese  speranze.
Tuona  la  terra,
ribelle natura,
tremano   muri…
s’infrangono  vetri
Sgomento  negli occhi…
smarriti  gli animi
  cercano  abbraccci
Tra tegole  e  mattoni
tra  vie  polverose
si  fa  corto  il  fiato
E trema  la  terra
senza  pietà.

©  Versi   by   Rakel

5 Giugno 2012

15 commenti:

  1. Tragedia in versi...

    Parlandone aiuta...

    RispondiElimina
  2. hai reso liricamente la sofferenza e la paura di un attimo,ciao Rakel

    RispondiElimina
  3. Ero stato in quei posti, fra quella gente tanto operosa e aperta, pochi giorni prima che accadesse tutto. Ho un mio figlio a Modena,ci sentiamo tutti i giorni.
    Che disastri, povera gente.
    Un caro abbraccio
    Mel

    RispondiElimina
  4. Persone provate ma con un coraggio indescrivibile....la voglia di ricominciare è adrenalina che li aiuta a reagire. Belli i tuoi versi Rakel! Un abbraccio e speriamo che la terra torni a dormire sonni profondi

    p.s. Ti aspetto da me.......

    RispondiElimina
  5. Se ancora non bastasse...questa tua poesia arriva al cuore e fa ricordare! Ciao Rakel

    RispondiElimina
  6. Rakel che dire, sei molto brava e sensibile. Ti abbraccio e ti invito a passare da me. Io purtroppo non so scrivere poesie. Bruna,, ciaoooooooooooo

    RispondiElimina
  7. Omaggio poetico testimonianza di grande sensibilità verso chi è colpito dal sisma, purtroppo...e speriamo che la terra si fermi presto...

    ciao cara, liù

    RispondiElimina
  8. Spero che nessuno possa mai vivere queste paure anche se epresse da te con tanta sensibilità.Ti abbraccio, Tamango

    RispondiElimina
  9. Una reale testimonianza,su come sta vivendo la gente emiliana, che non trova pace, mentre la terra continua a tremare.
    Una sola speranza: che presto tutto questo possa finire e che questa nostra bellissima regione possa essere restituita alla vita normale.
    Grazie Rakel per la sensibilità dimostrata.<
    un abbraccio.

    RispondiElimina
  10. Versi delicati e sensibili a lenire l'irruenza della natura.
    La speranza è il focolare che scalda gli animi e cuori.
    Un saluto
    Giulia

    RispondiElimina
  11. Un delicato pensiero questa poesia per il dramma del terremoto. Speriamo soltanto che la terra smetta presto di tremare.
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  12. la terra da madre protettiva diventa in queste occasioni spaventosa matrigna. La tua poesia descrive perfettamente lo sgomento e la speranza insieme, la paura, l'ansia...
    Grazie.
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  13. Non è sempre facile verseggiare i drammi...
    Intensa la realtà sui Nostri giorni, speriamo che smetta di tremare!


    Ti lascio un abbraccio e buon fine settimana!
    Michelle

    RispondiElimina
  14. Poesia così reale da dare i brividi.
    Speriamo che la terra smetta di tremare e lasci vivere la gente.
    Buonanotte cara ^_^

    RispondiElimina
  15. sei bravissima!
    Grazie per i tuoi commenti su a.e. e saluto che ricambio con piacere

    RispondiElimina