♥ Viaggiano pensieri , come liberi gabbiani ,trasvolano oltre il circolo dell ' orizzonte .♥

martedì 1 ottobre 2013

Solo Andata

SOLO  ANDATA




Al largo  la  nave attende...
scende la nebbia ,il  mare è calmo

è il momento giusto per salpare.
Si  parte  per la generosa Isola
sono  in  cento,  in  duecento…
non si  sa .
Negli  occhi  neri  e  lucenti
han  la  dea  speranza .
Corpi   coacèrvati ,
giovani  fiduciosi ,

donne  gravide , teneri  innocenti
con  il  cuore  enfio  di   speranza
han  lasciato  la  loro  terra
per  una  vita  migliore .

Soffia  il vento  d ‘Africa
s’ingrossa  il  mare ,
sull’agitate  acque
un  barcone  ondeggia ,
come  canne al  vento .
Urla , spintoni , paura ,
 lacrime  amare  nei  loro  occhi
“ Poveri  sciagurati "
vana  è la  salvezza,
sicura  la  morte .

©  Versi   by  Rachele
2006




 

13 commenti:

  1. Cara Rakel, leggendo questi tuoi versi mi son sentito stringere il cuore... Credimi non ho parole, Grazie cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. ciao Rakel una descrizione molto sensibile e realistica ,delle avventure di queste povere persone che intraprendono questi viaggi della speranza cadendo spesso dalla padella alla brace, una triste realta', spesso assistiamo impotenti, ma chi potrebbe far qualcosa dovrebbe intervenire, ciao grazie,a presto rosa, buona serata.)

    RispondiElimina
  3. Versi molto belli e coinvolgenti: sono d'accordo con Rosa, la speranza spesso ha il colore della brace...Un blog davvero bello, complimenti!

    RispondiElimina
  4. Ciao, Rakel..quanta tristezza mi lasciano questi tuoi versi..quando penso a quegli uomini che solo ieri hanno annegato le loro vite, le loro speranze in un pugno di sabbia per inseguire un sogno che non si avvererà più....
    Buona serata, Stefania

    RispondiElimina
  5. Eventi dolorosi che si ripetono nel tempo, per persone che hanno avuto la sfortuna di nascere in terre inospitali....
    Versi molto apprezzati, un saluto, silvia

    RispondiElimina
  6. Versi accorati che descrivono una tragica realtà alla quale non dovremmo mai abituarci.Leviamo un profondo pensiero di solidarietà a questi popoli sfortunati . Ti abbraccio

    RispondiElimina
  7. Parole forti le tue che fanno pensare alle innumerevoli tragedie dei barconi a cui ci stiamo abituando purtroppo. Ti abbraccio cara :)

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  9. Amare riflessioni... Viaggio di speranza e di morte...
    Un abbraccio
    Ros

    RispondiElimina
  10. Ciao Rakel, ti lascio un saluto e la buonanotte.
    Buon inizio di settimana ^_^ Baciotti

    RispondiElimina
  11. Cara Rakel , hai descritto in versi le terribili vicende di tante, troppe povere persone che perdono speranze e vita in questi mostruosi viaggi. Sembrano cose non vere!
    Ciaoooooooo cara, ti mando un amichevole abbraccio. Bruna

    RispondiElimina
  12. Buongiorno! Parole profonde, molto forti...mi dispiace molto...Ti abbraccio augurandoti un buon fine settimana!

    RispondiElimina