♥ Viaggiano pensieri , come liberi gabbiani ,trasvolano oltre il circolo dell ' orizzonte .♥

giovedì 12 dicembre 2013

UN  VECCHIO 

 Passeggiando   per i  viali
 su  una  panchina
 stava  seduto  un  vecchio
 solo… senza  compagnia
tra le mani solo un giornale
 vicino  solo  il  suo  cane .
  È pensieroso, nell’afflizione  
della spregiata vecchiaia ,
  ripensa alla  poca vita goduta
  sa di essere tanto vecchio
  lo sente…lo vede…
 Non  vuole  accettarlo.
 Il  tempo della giovinezza
 sembra  ieri… che spazio breve…
 che  spazio  effimero…

 ripensa  agli  inganni
 alla  fiducia  riposta negli altri
 che  pazzo !
  Ripensa al tempo bugiardo
che  gli sussurrava:

  “ Domani… domani  hai  tempo "
 quanti  impulsi  frenati
 quante  occasioni  perdute
 quanta  felicità  sacrificata .
  Il  pensiero  è  chiuso nel  ricordo
  in  tutta  la  sua  intensità.
 Il  ricordo  ha  stordito  il  vecchio…
 cade  il  giornale...
 si  assopisce... curvato
 
sulla  spalliera  della  panchina.


  Aprile 2006        ©    Rachele .L


17 commenti:

  1. Cara Rakel, non la avevo mai letta, è veramente meravigliosa.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. E' una triste consapevolezza di quanto il tempo possa essere crudele. E che tu l' hai saputo descrivere con la bravura dei tuoi versi e delle tue riflessioni.
    Un bacio, mia cara

    RispondiElimina
  3. Una maturità esasperante in cui, caduti lumi trasparenti, appare una realtà di vita che non rilascia pensieri sereni...
    Sempre bello elggerti, buonanotte, silvia

    RispondiElimina
  4. ciao Rakel, molto belle ed emozionante questa tua poesia, complimenti, la vita e' cosi', pensiamo d'avere tanto tempo a disposizione per fare le cose, ma tutto passa in un lampo e ci ritroviamo vecchi e a non riuscire piu' a farle , pieni di rimorsi e di ricordi, questa tua poesia puo' essere uno sprone a vivere la vita in tutta la sua intensita' fin che ne abbiamo la possibilita', ciao grazie, buon pomeriggio rosa.

    RispondiElimina
  5. ..e con la vecchiaia tanti ricordi si rincorrono per confondere la mente, mentre nostalgie trascinano inutilmente nel passato. Un caro abbraccio

    RispondiElimina
  6. Con gli anni il passato ci ritorna in mente, che siamo belli o brutti ricordi vengono a galla. Magari qualcosa che potevamo fare, realizzare ma che non abbiamo fatto.
    Buona notte Rakel.
    http://romanticdreamer.iobloggo.com/

    RispondiElimina
  7. Quante emozioni in questa tua grande poesia!
    Un abbraccio e buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
  8. Come è bella questa poesia, raccoglie tutti i più intimi pensieri della persona anziana che vede la vita che gli sfuma tra le dita e gli nascono le malinconie del tempo perduto.
    I miei più cari auguri di Buon Natale e felice Anno nuovo
    Giorgio

    RispondiElimina
  9. Il tempo passa inesorabile e non ci aspetta...dobbiamo ascoltare i sogni della nostra anima ed agire prima d'invecchiare troppo...Nella vecchiaia si vivono meno malinconie, se nel frattempo si è raggiunta la saggezza...
    Molto toccanti i tuoi versi!
    Buon fine settimana!

    RispondiElimina
  10. Ciao Rakel,
    ho letto i tuoi versi, sembrano un racconto, e li ho trovati molto belli.
    Bellissimo pure il motivo di sottofondo.
    Un caro saluto!

    RispondiElimina
  11. E' un racconto di vita molto triste e reale. Pensare di avere tempo davanti a se è solo illusione che rovina anche il presente delle persone. Brava Rakel sai guardare nel profondo. Bacioni ^_^

    RispondiElimina
  12. Un brano che si dipana fra descrizione e riflessione, in una sorta di affabulazione poetica che avvince, dato il tema di alto valore sociale.
    Una prova decisamente riuscita!

    RispondiElimina
  13. ciao Rakel, ti faccio tanti cari auguri di buon natale e buone feste, ciao a presto rosa.)

    RispondiElimina
  14. Buona sera a te Rakel,
    che mieti dolcezza ovunque ed in questi versi ove traspare la sensibilità poetivca.
    come sempre bravissima!
    Prelevo il tuo banner .
    Se non arrivo prima a trovarti,
    Auguri Per un sereno Natale.
    Gabry

    RispondiElimina
  15. Mia cara Rakel che dire...una lirica che entra nel cuore, trama avvincente di toccante riflessione poetica...bella.
    Auguri per un Sereno Natale, Stefania

    RispondiElimina
  16. Sono arrivata qui per caso e sono stata catturata dai tuoi versi, davvero belli e profondi, c'è tanta riflessione nelle tue parole. Durante il minuto che ho dedicato alla lettura di questo tuo scritto sono stata praticamente isolata da tutto, come in una bolla... Se ciò che esprimi rapisce così allora hai talento, continua così!
    Nee

    RispondiElimina