♥ Viaggiano pensieri , come liberi gabbiani ,trasvolano oltre il circolo dell ' orizzonte .♥

mercoledì 13 novembre 2013



Il  Mio Inverno ♥
Si  fa  lento e  corto il  passo
s’ingrigiscono  i  pensieri  .
Sfoglio  pagine  ingiallite ,
come  le  foglie  d’autunno .
Sempre  più  pallido  il  sole
annuncia  il  tramonto .

Silenziose  le  stanze ,
solo  stelle  vagabonde
illuminano   il  cielo
annunciando
 la  nuova  notte…
Avanza  il  mio  inverno

©  Rakel




18 commenti:

  1. Versi delicati e coinvolgenti ,molto personale la descrizione del divenire del tempo e il suo parallelismo metaforico dell'alternanza delle stagioni della vita umana . Un caro abbraccio

    RispondiElimina
  2. Cara Rakel, è sempre un piacere leggere i tuoi bellissimi versi!
    Un abbraccio e buon pomeriggio cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Mi trasmettono, questi versi raffinati, un senso di malinconia, intinta in immagini di stagioni fredde nel loro intenso incedere...
    Sempre bello leggerti, un abbraccio, silvia

    RispondiElimina
  4. Mia cara
    Il passo del divenire tra foglie cadute verso l'inverno, è una bellissima metafora che mi coinvolge in prima persona...Sembra il mio stesso percorso...
    Un abbraccio ancora caldo d'autunno.

    RispondiElimina
  5. Buenas noches.magnifico blog
    me ha encantado
    saludos desde extreamdura españa

    RispondiElimina
  6. Un brano breve, ma esauriente; in pochi versi (quasi un sonetto) condensa una profonda riflessione sul passare del tempo e sulle variazioni che ciò produce sugli esseri umani.
    C'è un aria, involontariamente, ungarettiana, sicché ogni riga dischiude un'immagine, delicata ma chiara, evidente, ed introduce il lettore nel mondo personale dell'autrice.

    RispondiElimina
  7. ciao Rakel, pensieri che ci accomunano, l'inverno porta a riflettere e a ricordare il passato, le giornate corte e buie, si avvicendano tutte uguali, ci ritroviamo immancabilmente alla sera , sperando in un nuovo giorno, complimenti , buona giornata rosa, baci.

    RispondiElimina
  8. Ciao Rakel,
    complimenti poesia che ci fa riflettere sol trascorrere del tempo e il passare degli anni
    un caro saluto

    Tiziano.

    RispondiElimina
  9. La vita è come una ruota che gira sempre, fini all'ultimo respiro. Verrà anche la Primavera dopo l'inverno a rallegrare tanti cuori romantici e innamorati dell'amore come noi soprattutto. Grazie per le belle parole amica mia.
    Mel
    P.S: Stavolta non ho avuto difficoltà ad entrare da te.

    RispondiElimina
  10. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  11. Meravigliosi e commoventi versi ci invitano ad una bella riflessione sul tempo che passa e l'alternarsi delle stagioni!
    Musica incantevole!
    Buona giornata da Beatris

    RispondiElimina
  12. Una bella poesia. Un caro saluto e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  13. Dolcissima ed elegante anima, che bello!
    dopo tanto tempo e tanti tentativi,
    ora ho accesso al tuo blog,(forse qualcosa bloccava)
    Son qua ad arricchirmi dentro di ciò che scrivi... carezze nell'anima.
    mi sento coinvolta.. questi versi in cui L'autrice esprime la fredda stagione con l'interiorità... la sua dolce musicalità!
    brava carissima Rakel, a presto.
    Gabry

    RispondiElimina
  14. Ciao Rachel, purtroppo rimpiangere la Primavera che è passata in fretta, l'Estate che è stata come una chimera, e l'Autunno che tentiamo di goderci, non ci evitano l'Inverno della vita, però c'è pure il ritorno della futura eterna primavera, dove spero di rifarmi!!! Il ciclo continua.
    Ti auguro buona vita.

    RispondiElimina
  15. Che bella poesia, spero che il tuo "inverno" avanzi con lentezza e ti lasci il tempo per gustare l'autunno. Un abbraccio e buona serata ^_^

    RispondiElimina
  16. L' inverno: Sotto la neve, il pane.
    Immagine del riposo proliferante,scaldato dalle tue parole*
    un abbbraccio caro, ciao amica mia, buon tutto!

    RispondiElimina
  17. L'inverno mi piace...si riflette con calma...

    Bella poesia, Rakel.

    RispondiElimina
  18. Inesorabile fugge il tempo, ladro di giovinezza el'inverno incalza...
    Un abbraccio
    Ros

    RispondiElimina